Bianco di Custoza DOC

Bianco di Custoza DOC

Bianco - Regione Veneto

Classificazione: Doc
Colore: Giallo paglierino tendente al dorato
Gradazione: 11%
Vitigni: Trebbiano Toscano (20-45%), Garganega (20-40%), Tocai Friulano, detto Trebbianello (5-30%), Cortese (detto Bianca Fernanda), Malvasia Toscana, Riesling Italico, Pinot Bianco e Chardonnay (insieme o separatamente, 20-30%)

Descrizione:
ABBINAMENTI:piatti delicati a base di verdure e di pesce, formaggi freschi a pasta molle.La parte occidentale del Veneto, a differenza del resto della regione, ha conservato i vitigni originari. Infatti la devastazione fillosserica, aggravata dalla distruzione causata dal Primo Conflitto Mondiale, ha risparmiato parte della piana veneta occidentale. Di conseguenza, mentre nel resto del territorio sono stati messi a dimora vitigni importati, qui si allevano uve autoctone o comunque trapiantate da lunghissima data. Si tratta dei vitigni Garganega, Trebbiano Toscano, Corvina Veronese e Rondinella. Il Bianco di Custoza è un vino delicato, dotato di profumo intenso e sapore sottile, prodotto in una piccola zona del Veneto occidentale al confine con la Lombardia. La zona di produzione del Bianco di Custoza comprende tutto o in parte i comuni di Sommacampagna, Peschiera del Garda, Pastrengo, Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio, Lazise, Castelnuovo Veronese, Bussolengo e Sona in provincia di Verona. Le uve ammesse alla vinificazione sono Trebbiano Toscano (20-45%), Garganega (20-40%), Tocai Friulano, detto Trebbianello (5-30%), Cortese (detto Bianca Fernanda), Malvasia Toscana, Riesling Italico, Pinot Bianco e Chardonnay (insieme o separatamente, 20-30%). La DOC comprende la produzione delle versioni Superiore, Passito e Spumante.


« Torna elenco vini Veneto